Home > Luoghi abbandonati
Click to view full size image
Senza Titolo
persa.jpg luciok.jpg Assistente_Ridimensionamento-1~26.jpg la_regina_del_pensiero1.jpg _DSC0105_MM.jpg
File information
Filename:Assistente_Ridimensionamento-1~26.jpg
Album name:Libero Musetti / Luoghi abbandonati
File Size:262 KB
Date added:Sep 08, 2009
Dimensions:476 x 801 pixels
Displayed:219 times
URL:http://www.micromosso.com/galleria/displayimage.php?pos=-42648
Favorites:Add to Favorites
Marco Furio Perini  Send PM [Sep 08, 2009 at 08:05 PM]

Questa è forte... :-D Ed il "senza titolo" ancora di più. Minimalismo alla massima potenza, solo ad un artista poteva venir in mente di ritrarre un soggetto così umile ma al tempo stesso indispensabile nelle nostre vite alienate dalle trappole del "progresso"... Mi fa pensare di rimando, tra l'altro,agli anni della mia infanzia, felice al calore di un "putagè" (dal piemontese = stufa) scoppiettante ;-) Ciao

bagdesign  Send PM [Sep 08, 2009 at 08:24 PM]

Il soggetto in sé non mi dice granché, messo poi in un angolino, quasi a essere tagliato, non mi convince per nulla. Sicuro che sia tua libero? :-)

Ubaldo Lorenzo Dati  Send PM [Sep 08, 2009 at 08:40 PM]

Ti devo riconoscere un estro creativo e una sensibilità figurativa, che, evidentemente, tieni in disparte e celati nel tuo porti al mondo, forse per una sorta di ritrosia e mal celata insicurezza che ti provocano incontrollati moti di sconcertante ribellione. Un pierinolapeste tutto da indagare e foriero di grandi scoperte. Questo, per darti il mio consenso incondizionato a questa foto che, nella sua povertà di soggetto urla una ricchezza di sensazioni fuori dall' usuale. Decisamente coinvolgente e foriera di messaggi per tutti i palati, sia che si ricerchino preziosità tecniche, sia che si voglia ascoltare il messaggio urlato della povertà dell' ambiente, sia che si legga tra le righe un fondo di nostalgia per situazioni e luoghi ormai persi, sia che si cerchi di scavare, in un brutto radiatore scrostato ad un angolo di muro, una storia che ogni osservatore vedrà diversa. Ti faccio i miei complimenti. Certo che questa volta l' Amarone mi sembra un po' pochetto, pensa un po' a qualcosa davanti San Guido! :-P

bagdesign  Send PM [Sep 08, 2009 at 08:51 PM]

Libero, ti consiglio una cassetta di Guidalberto di Sassicaia, per l'amico Ubaldo che si è proprio superato stavolta... :-D

Attilia Franchi  Send PM [Sep 08, 2009 at 09:14 PM]

non è la prima volta che apro questa foto e non capisco cosa mi attira ma nel contempo mi allontani. Non riesco a dire mi piace, ma neppure fa schifo, quindi mi tengo il mio sentimento indefinito e ti ringrazio per il caos provocatomi. Se ti andasse di spiegarmi cosa ti ha spinto a fare questa foto, poi te ne sarei grata. Ciao Libero.

Chiara Lana  Send PM [Sep 08, 2009 at 11:43 PM]

mi stupisce non tanto la tua foto, ma quanto di me e dei mei moti interiori ci trovo qui dentro.
facile ritrarre luoghi belli, puliti e ben conservati, tutto ha un senso.
difficile invece esprimere concetti con un minimal estremo, carico di emozioni e ricordi.
mi identifico con pierinolapeste citato da ubby e approvo la tua fotografia che ha un motore interno diesel: lento, pesante ma affidabile.
ciao liberino

Gianni Di Gaddo  Send PM [Sep 08, 2009 at 11:52 PM]

Fotografia con diverse pecche tecniche e compositive,la distribuzione delle masse è sbilanciata a sn,etc......

giannimazzesi  Send PM [Sep 09, 2009 at 12:07 AM]

A me sinceramente non mi interessa proprio la tecnica in questa foto.
Mi interessa la commozione, la crudeltà e quella "sostanza" di cui siamo fatti tutti, che si trasforma in languore, al calore di un povero termosifone. :!:

Libero Musetti  Send PM [Sep 09, 2009 at 02:27 AM]

Contro ogni apparenza, i luoghi abbandonati non muoiono mai. Si solidificano nella dimensione della memoria di coloro che vi abitavano, fino a costituire un irriducibile elemento di identità.....
VITO TETI

Una fotografia che a me piace moltissimo, così com'è, grigia, povera .....Un luogo abbandonato che urla.............
Una fotografia che ho scattato silenzioso con i miei pensieri.........
Un sincero ringraziamento a tutti
Libero

P.S. Oh Gianni, ma l'ippica non Ti attrae ???
:-)

Silvio Tarabella  Send PM [Sep 09, 2009 at 12:33 PM]

...premesso che il minimalismo d'ogni genere e tipo stimola poco nulla i miei sensi tuttavia questo esercizio d'immagine, molto coraggioso, ha un suo valido perchè perfettamente centrato dall'analisi maieutica di Ubaldo che ben ti conosce e ti stima,proprio come me ,sopratutto quando non fai il bischero, e bravo petit libre... ;-) :-P ;-) :-P ;-) :-P

arch.francomaffei  Send PM [Sep 09, 2009 at 02:58 PM]

io la trovo struggente e deflagrante anche e soprattutto nella poverta' dei pochi elemeñti che la costituiscono;
lo squilibrio compositivo,la disposizione delle masse ecc ecc non afferiscono a questa immagine: le regole sono fatte per essere alterate quando con cio' non si cada nel ridicolo e nel banale....e di questa foto si puo' dire tutto meno che sia banale.
io infine non vedo un grande salto di liberino rispetto ai soggetti fotografici che di solito predilige ( i ritratti);questa immagine e' un ritratto ! (pochi elementi capaci di far immaginare una storia o una realta' particolare fissati con interpretazione personale) proprio come nell'espressione di un volto o nell'ambientazione scelta per contestualizzare e descrivere un personaggio.
bravissimo liberino
ole'
ciao, franco

Libero Musetti  Send PM [Sep 09, 2009 at 06:07 PM]

Grazie anche a Silvio e Franco..............
A' la prochaine photo......
Voilà
:-D

Wanda D'Onofrio  Send PM [Sep 09, 2009 at 08:10 PM]

Buonasera, primo commento che metto in questo sito e onorata di farlo ad una foto di un grande personaggio nonché maestro come è per me Libero Musetti a cui mando il mio totale affetto (e non è ruffianaggine, ma pura e mera verità, perchè è grazie a Libero che amo la fotografia e che sono in continuo e perpetuo movimento nella ricerca del mio stile e miglioramento). Avevo già visto questa foto in una occasione privata (non si abbiano pensieri maliziosi) e quindi ribadisco ciò che già avevo espresso in quell'occasione. Come giustamente ha detto Chiara è facile ritrarre un bel paesaggio, una bella donna, un bel tramonto, ma sappiamo farlo con le cose brutte o che non riscontrino i canoni estetici del nostro tempo? Questa foto fa riflettere, fa pensare alla solitudine, all'abbandono, alla malinconia. Come un malato di mente anche questo termosifone è abbandonato da chi un tempo, perchè era nuovo, funionante e bello, lo ha usato ma ora non lo vuole più. E ci riporta a pensare alla solitudine di certe persone, di certi personaggi che scartiamo solo perchè ci sono di peso. Questo "insignificante" oggetto, abbandonato a se stesso, è animato. Sta gridando qualcosa, sta denunciando la propria tristezza, la propria "pazzia". Questo ci fa, o per lo meno a me, riflettere sui manicomi che sono stati chiusi, dei soprusi, grida e lamenti che si celano fra quelle pareti, fra quelle fessure. Questo termosifone sta denunciando qualcosa, sta chiedendo ancora calore, quel calore che una volta donava a colui che ne è stato proprietario. Proprio come un "malato mentale abbandonato" sta chiedendo di essere osservato, affinchè qualcuno cominci a fare qualcosa contro questi abbandoni delle "cose" inutili. é una denuncia forte e chiara. Da prendere in considerazione. Sulla tecnica non mi posso esprimere perchè io sono la prima che deve ancora impararla, ma posso dire che Libero Musetti ha questo suo stile che ci riporta alle foto dell'inizio del novecento, dove ancora la pellicola ed il bianco e nero, la grana e i colori poco definiti, ci facevano sognare. Bravo Libero.

Guido Peta  Send PM [Oct 13, 2009 at 09:04 AM]

scusate, ma non è la foto di un calorifero? leggo storie di termosifoni un giorno amati e ora abbandonati, leggo parole come "denuncia" e addirittura "manicomio". sulla seconda ormai comincio a darmi spiegazioni, ma denuncia di che??? libero, bel calorifero. complimenti. ottimo bn

Franchetti  Send PM [Oct 13, 2009 at 09:55 AM]

bho, forse sta mattina mi sento poco artistico ma personalmente non ci trovo niente di spettacolare e tutti isignificati reconditi che vi trovano gli altri mi rimangono misteriosi.




 

   
© 2006-2018 MICROMOSSO.COM
Tutte le immagini e i testi pubblicati su questo sito appartengono ai rispettivi autori, che si assumono la responsabilità dei contenuti.
E' vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti di questo spazio, senza autorizzazione diretta degli autori.