Home > Bianco e Nero
Click to view full size image
La logica del delirio
Titolo modificato a grande richiesta. Prima era: "Inquietudine".
autoritratto.jpg DSC01255.jpg 3873868391_a6e26e78ae_b.jpg _DSC6749-5.jpg cavallo_del_blaco_p.jpg
File information
Filename:3873868391_a6e26e78ae_b.jpg
Album name:Simone Tagliaferri / Bianco e Nero
Rating (3 votes): (Details)
Keywords:fdd cand3MM fds
File Size:318 KB
Date added:Aug 31, 2009
Dimensions:1024 x 607 pixels
Displayed:394 times
URL:http://www.micromosso.com/galleria/displayimage.php?pos=-42115
Favorites:Add to Favorites
Omar Biagi  Send PM [Aug 31, 2009 at 04:05 PM]

io avrei tralasciato il titolo, perché mi indirizza verso un'interpretazione diversa da quella che in realtà sento.

ottima l'immagine.

Simone Tagliaferri  Send PM [Aug 31, 2009 at 04:21 PM]

Mi farebbe piacere conoscere la tua interpretazione :)

Luca Dessena  Send PM [Aug 31, 2009 at 04:31 PM]

Ottima foto e bel BN, brava... io ci vedo rifiuto, rifiuto verso tutto quello che è reale...

Daniela D'arrigo  Send PM [Aug 31, 2009 at 04:38 PM]

Ottima composizione e BN, complimenti!
Anche a me suscita l'idea di un profondo disagio e rifiuto della realtà, un volersi negare allo sguardo del mondo.

ventrix  Send PM [Aug 31, 2009 at 04:41 PM]

Esprime in modo forte la sensazione che risiede nel titolo quanto mai appropriato.

Ciao.

enrico (ventrix)

Marco Furio Perini  Send PM [Aug 31, 2009 at 04:49 PM]

Trovo molto intenso il b/n. Riguardo all'interpretazione, anche per me il titolo non calza. Più che inquietudine ci vedo un vero stato di disagio mentale, quasi da psichiatria. Me lo suggeriscono la posa immobile della donna, lo sguardo al muro, e non per ultimo quel mettersi proprio lì in piedi tra le due panchine deserte. Ciao

Claudia Perilli  Send PM [Aug 31, 2009 at 04:51 PM]

Le sensazioni le hanno trascritte gli altri... secondo me, faresti bene a farne una serie. :!:

Marco Batelli  Send PM [Aug 31, 2009 at 04:55 PM]

Senza nulla togliere allo scatto che trovo ben fatto e molto comunicativo ed intenso, avrei solo tolto un terzo di inquadratura a dx.In questo modo il soggetto sarebbe risultatoo nel terzo a destra e sarebbero rimasti sia il foglio di carta che la panchina rotta intensificando ulteriormente il tutto. Comunque è solo una mia opinione perchè lo scatto lo trovo molto bello.

arch.francomaffei  Send PM [Aug 31, 2009 at 05:13 PM]

io la interpreto come la chiusura fisica e mentale (il muro) di un passaggio obbligato (lo spazio tra le due panchine) ;
una foto comunque che è in grado ,aldilà del titolo, di far pensare e riflettere quindi un'ottima foto;
complimenti
ciao franco

giacomo saviozzi  Send PM [Aug 31, 2009 at 05:55 PM]

mah!? il titolo...ummm non so forse ci stà forse no...ma a parte questo è na bella foto curata nella composizione e nel BeN ben gestito. Mi piace l'uso di una "modella"normale" senza eccessi non sai collocarla, forse è vera, forse è costruita, è bella, è grassa., è brutta, non ha importanza è una donna qualsiasi che si trova di fronte al muro, potrebbe essere il muro della vita, un muro ideoligico, come ha detto il Maffei che mi ha preceduto mentale e fisico. Apprezzo molto questa foto perché dimostra un attento studio sia formale che comunicativo. E' una foto che trascende dal "semplice" riportare la realtà ma si sente forte la chiave di lettura del fotografo ( dell'autore è più calzante). Ciò dimostra maturità artistica e comunicativa. Bene.
Con stima
Giacomo Saviozzi

Willard  Send PM [Aug 31, 2009 at 07:28 PM]

E’ una fotografia che a me piace.
Molto.
C’è tutta l’impotenza della persona davanti a quel muro. Un muro che a me urla: “ TU NO! “.
Poco m’importa del titolo, delle proporzioni divine, del BW, delle panchine, delle non ombre, del non dettaglio, della prospettiva, della posa non posa. C’è, a mio giudizio, il messaggio. Puro, limpido, cristallino .
Che poi ognuno ci legga ( giustamente ) mille cose diverse ci sta.
Vorrei averla fatta io. Complimenti!

Paola Congia  Send PM [Aug 31, 2009 at 07:31 PM]

:-o :-o

Verena Grottesi  Send PM [Aug 31, 2009 at 07:32 PM]

bella sia senza titolo, che con l'interpretazione dell'autrice... :-o

Antonio Perrone Torkio  Send PM [Aug 31, 2009 at 07:33 PM]

hai fatto una grande foto Simone... bravo davvero... una foto perfetta nella composzione che la trovo equilibratissima... gli elementi che la compongono li ritrovo tutti al posto giusto... aggiungendo un BN a parer mio molto ben riuscito ... i miei più sinceri complimenti

robertocicchin  Send PM [Aug 31, 2009 at 08:55 PM]

:-o :-o :-o

Valentina Perrone  Send PM [Aug 31, 2009 at 09:06 PM]

una signor Foto in tutto e per tutto, e già le mille diverse interpretazioni dei commenti lo dimostrano! una foto che racconta, che ti fa pensare; sulla quale continui a tornare, osservando, guardando. Pensando al titolo per quanto riguarda l'interpretazione mi verrebbe da seguire Marco Furio Perini, ma se il titolo non ci fosse tutti gli altri significati andrebbero bene comunque!
Tanti sinceri Complimenti! :-o

umberto verdoliva  Send PM [Aug 31, 2009 at 09:26 PM]

pensavo facesse parte di un lavoro che ho cercato nella tua galleria...ma probabilmente è unica come immagine e vista così non è che mi dice molto...il titolo lo trovo forzato nell'indirizzare il pensiero di chi guarda...la posa della donna lascia immediatamente pensare ad una preparazione della scena e non ad un attimo colto reale...seppur con un BN attraente c'è qualcosa di artefatto che non me la fa apprezzare...un saluto

Chiara Lana  Send PM [Aug 31, 2009 at 09:37 PM]

questo commento di umberto è esattamente simile a ciò che suscita in me: artefatto. che poi il bn sia ottimo, equilibrata la compo ecc ecc, non si discute, ma emotivamente non mi accende. mi chiedo come mai le gambe sono sfocate? forse in quello c'è il movimento dell'inquietudine (che avrei lasciato e non mutato) ? grazie.
un caro saluto. chiara

caterina  Send PM [Aug 31, 2009 at 09:41 PM]

concordo in parte con Umberto,ma oramai la fotografia e' cambiata molto nei ultimi anni.molte situazioni e scene non si vedono piu' e tale si cerca di construire quello che abbiamo nella mente,quello che vorremmo dire ed esprimere.Per me un ottima foto.

umberto verdoliva  Send PM [Aug 31, 2009 at 09:49 PM]

Caterina l'idea è ottima la realizzazione meno, secondo me...e quando la realizzazione non è naturale lo si avverte, soprattutto in immagini concettuali come queste...quelle mani giù non sono spontanee...

caterina  Send PM [Aug 31, 2009 at 09:56 PM]

concordo sulle mani Umberto,e' l'unico aspetto innaturale di questa foto,ma ripetto non e'affato male,vediamo in giro nel web certe schifezze che so lodano alla grande,questa non sara' al 100% ma sicuramente e lontana dalle altre.UN CARO SALUTO

Vania Paganelli  Send PM [Aug 31, 2009 at 10:30 PM]

Credo che se fosse stata davanti ad una vetrina con le stessa posizione delle braccia cadenti non sarebbe saltata all'occhio come posa poco naturale. Cio' che innesca il pregiudizio sulla costruzione della scena e' sicuramente il fatto che una persona si rivolga ad un muro con un atteggiamento statico che fa pensare appunto ad un disagio mentale. Se fosse una scena vera e non verosimile avrebbe la solita capacita' di dire quello che dice. COmplimenti,per me bella.

Simone Tagliaferri  Send PM [Aug 31, 2009 at 11:40 PM]

Ringrazio tutti per i commenti, anche quelli negativi che fanno sempre bene. Passo a dare qualche risposta soprattutto alle critiche che meritano.

Questione titolo: il titolo forza l'interpretazione? Vero... purtroppo è proprio questa la funzione dei titoli. Avete ragione sul fatto che il primo fosse moscio e stantio, ma non sono bravissimo nella titolazione. Il secondo lo reputo più d'effetto (se sia migliore o meno lo lascio decidere a voi) e, per amore della cultura con la U maiuscola, ammetto di averlo copiato da un libro di Remo Bodei. Se non vi piace fate finta che non esista.

X Marco Batelli. Accetto con piacere i tuoi suggerimenti e nei prossimi giorni li sperimenterò, anche se ammetto di gradire la simmetricità apparente della scena. Comunque pubblicherò il risultato su Micromosso, così vediamo se la foto è migliorata (perché no) o meno.

x Giacomo: quando Claudia Perilli (è lei la modella) ha letto quel "è grassa" ho dovuto passare venti minuti al telefono a tirarle su il morale :-) Non ti preoccupare, è solo una nota simpatica... ma se nei prossimi giorni ti senti pedinato e Claudia latita dal sito...

Commento gli appunti di Umberto e Chiara nel prossimo post.

Simone Tagliaferri  Send PM [Aug 31, 2009 at 11:48 PM]

X Umberto e Chiara: l'immagine vi sembra costruita... sì, lo è. Avevo anche degli scatti con le braccia in posizioni differenti, ma così danno maggiormente l'idea di abbandono e impotenza (a me,sia chiaro). Non si tratta di una street, questo è evidente e, anche se non è una giustificazione, non è facile trovare persone che guardino fisso verso un muro proprio dove ci sono due panchine posizionate in quel modo. Un minimo di intervento da parte del fotografo è necessario. è anche vero che l'immagine non mirava di suo ad essere realista e neanche ad essere naturale, problema che, colpevolmente, non mi sono posto minimamente. :-)

gio4peace  Send PM [Aug 31, 2009 at 11:58 PM]

Complimenti per la foto innanzitutto, come han già sottolineato tutti. Io ci vedo quasi un dialogo surreale tra la donna ed il muro, con le panchine che fungono da testimoni o da gaurdie del corpo a garantire l'incolumità...son più delirante io, vero? :!:

Chiara Lana  Send PM [Sep 01, 2009 at 12:03 AM]

grazie per la tua replica che conferma il mio pensiero ma ribadisco che la foto è bella e che la mia sensazione ha un senso. comunque claudia non è grassa per niente e il saviozz provi a pensare a me e allora si che si parla di obesità! appropo', le gambe son mosse o vedo male io? sorrisi e saluti cari. chiara

barbelfo  Send PM [Sep 01, 2009 at 12:07 AM]

bella Fotografia :!:

Simone Tagliaferri  Send PM [Sep 01, 2009 at 12:22 AM]

x Chiara: guarda la versione in alta risoluzione della foto: (...) Probabilmente è la grana della foto che, ridotta da Flickr, ha creato quella strana sfocatura. Azz, non appare il link :-|

Chiara Lana  Send PM [Sep 01, 2009 at 12:24 AM]

vista ma non ti preoccupare io volevo solo capire se avevi chiesto alla modella di muove le gambe per simulare autismo, tutto lì. ora è chiaro e ti ringrazio ancora per la tua gentilezza nelle repliche. un caro saluto di buonanotte. chiara

staff  Send PM [Sep 01, 2009 at 08:18 AM]

foto del giorno 1-9-2009

angelo trapani  Send PM [Sep 01, 2009 at 08:21 AM]

Costruita o no, io la vedo una gran Foto e per questo mi complimento con l'autore! :-o :-o :-o

Paolo Corradini  Send PM [Sep 01, 2009 at 10:37 AM]

bravo :-o

Giacomo Papini Tigerman  Send PM [Sep 01, 2009 at 01:11 PM]

La logica del delirio.....provo a dare la mia interpretazione:
delirio provocato da una scelta, raffigurata da due panchine diverse ma al contempo solitarie...distaccate... al centro lei incapace di effettuare una scelta razionale...... di fronte un muro che pare nella sua interezza omogeneo... la psiche la porta lì.... ma la psiche è costretta ad un ostacolo fisico nonchè psicologico...un muro, utilizzato spesso metaforicamente per raffigurare un'interruzione.... che la costringe in un ambiente quasi claustrofobico.....di lì il delirio. :-o

giacomo saviozzi  Send PM [Sep 01, 2009 at 01:44 PM]

Intanto mi scuso con la modella, non volevo intendere "grassa" = brutta. Ma grassa, fuori dai canoni imposti dalla moda, dai media, che vogliono la donna anoressica. Tra l'atro mi piacciono le donne pienotte ;-) . Detto questo ribadisco che trovo la foto interessante anche se il "giochino" di cambiare titolo a "gentile rischiesta" è un operazione "superficiale" che un "artista" dovrebbe evitare, l'opera è tua e il titolo anche, se poi gli altri non lo capiscono cavoli loro, è il tuo messaggio e con questo chi osserva si deve confrontare. E' evidente che è una foto "costruita" ma va bene così, fa parte del percorso "artistico" di un autore quello di raccontare l'intimo unano, sia il proprio, sia l'altrui, costruendo il messaggio. Io trovo che la posa sia "natuale" o cmq credibile e se anche non lo fosse è cmq efficace. Continua così.

Zefram  Send PM [Sep 01, 2009 at 04:15 PM]

Decisamente intrigante.
Informale e tutto fuorché banale.
Segnalo certamente.
Zef.

ventrix  Send PM [Sep 01, 2009 at 05:05 PM]

Non mi ero accorto del cambio del titolo, concordo con il Saviozzi, nel suo ultimo intervento, avrei lasciato l'originale. Bhe complimenti, a me la foto piace molto, il fatto che possa o meno essere costruita non inficia la potenza e cio' che trasmette.

Complimentii al fotografo e alla modella.

Ciao.

enrico (ventrix)

aldo feroce  Send PM [Sep 01, 2009 at 09:02 PM]

mi sa che ci sa fare!!!

Davide Ceriotti  Send PM [Sep 01, 2009 at 09:07 PM]

vecchio o nuovo...destra o sinistra.....lui o lei....confermo a mia lettura è cosi....ma forse intendevi tuttaltro ma confero il commento di Aldo!|

staff  Send PM [Sep 07, 2009 at 09:21 AM]

segnalata dagli utenti 7-9-2009

Francesco Martinelli  Send PM [Sep 08, 2009 at 04:21 PM]

gran bello scatto, complimenti

Barbara Meloni  Send PM [Sep 11, 2009 at 10:37 PM]

Personalmente avrei tolto quella borsa dalla mano della modella...
per il resto la trovo fantastisca!

Michele Rieri  Send PM [Nov 12, 2009 at 12:46 PM]

Unquietante. Con accezione decisamente positiva.

Sara Toccafondi  Send PM [Jan 09, 2011 at 03:07 PM]

Tra le tue immagini questa è quella che preferisco in assoluto. Mi piace molto la scelta del soggetto, la composizione e quello spazio di soggettività nell'interpretazione che lascia a chi guarda...e vede.

Ti ringrazio per il messaggio di benvenuto.
Complimenti, a presto.

Sara

Daniela Cappello  Send PM [Sep 03, 2011 at 11:57 PM]

Molto bella, nella sua composizione e nel B/n. In particolare mi colpisce il soggetto come ago della bilancia tra la scelta ergonomica di un design quotidiano da parco urbano un pò triste e solitario ma realistico, ahimè...




 

   
© 2006-2018 MICROMOSSO.COM
Tutte le immagini e i testi pubblicati su questo sito appartengono ai rispettivi autori, che si assumono la responsabilità dei contenuti.
E' vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti di questo spazio, senza autorizzazione diretta degli autori.