La vita dietro la zanzariera di Fiorella Lamnidis, due parole di Catalina Filip

© Fiorella Lamnidis

© Fiorella Lamnidis

Sono rimasta fortemente colpita da questa immagine appena lo vista,nel contest,mi sono detta, appena avrò un attimo di tempo, cercherò di dedicare due parole in più… bene, sono passati un po’ di giorni e mi sono resa conto che comunque questo tempo non arriva… e nella “paura” di perdere il filo… mi sono detta… ok basta mi metto a scrivere…

Non saprei da dove iniziare, trovo che sia una foto a livello compositivo molto semplice nel contesto, ma molto ben collegata tra i relativi soggetti se cosi si può dire… Lei quasi a non voler farsi vedere a quella finestra, … una finestra di legno ormai vecchia, sobria, abbandonata alle mani del vento e alle lacrime della pioggia…non più curata da molti anni… abbandonata al logorio del tempo che scorre… quella zanzariera… sembra messa li apposta per far ostacolare le voci interiori del proprio stato d’animo, sento come una forte gelosia dei propri pensieri, intrappolati… imprigionati solo per se stessi..

Vedo quasi un rifiuto a continuare ad andare avanti…  Ammetto… mi spaventa molto la sensazione trasmessa da questa immagine, e ammetto anche che mi fa riflettere molto…

Lo sguardo fisso, perso… mi colpisce nel’anima… non so se veramente stia guardando qualcosa, ma poco mi interessa, voglio pensare che quello sguardo venga usato per guardare indietro a suoi anni… e mi auguro che ricordi solo cose belle ed importanti della sua vita… vedo un certo timore nell’esporsi alla finestra, quel viso che spunta dal buio e che Fiorella ha avuto l’agilità di bloccare la scena, con lo sguardo giusto e l’inclinazione del capo nella posizione al quanto perfetta…

E’ quel famoso attimo fuggente che hai colto in questo scatto,uno secondo dopo, tutto il resto avrebbe avuto un altro racconto e un’altra storia..

Mi colpiscono fortemente i rami in primo piano cosi spogli senza alcuna foglia, rami secchi, vecchi ma con una forza interiore talmente forte, che lasciano già immaginare la scena di quando penetreranno quel vetro, … e griderà forte.. eih io sono qui con te, con i tuoi pensieri, con la tua nostalgia, con le tue paure, con la tue gioie e con le tue lacrime… è un viaggio, che abbiamo intrapreso insieme e insieme rimaneremmo, fino alla fine!!!

Devo complimentarmi con Fiorella per questa bellissima foto che ci (mi) ha regalato, un’immagine forte ma soprattutto ricca di una storia che difficilmente viene vista quotidinamente nei siti fotografici.. sono quelle foto, (e voglio prendere le parole di qualcuno), che arrivano come un pugno nello stomaco…A me è arrivato cosi, e il giorno che l’ho vista per la prima volta ,mi sono sentita arricchita di un’altra esperienza di vita… Non pensavo mai che la fotografia potesse darmi tutto questo.
Oggi dopo 4 anni di fotografia ne sono fortemente felice poter dire, SI…..mi sono emozionata e ripeto arricchita..
Grazie per questa tua foto e grazie per averla condivisa con me ,con noi!!

Catalina Filip..

Tags: , , , , , , ,

Leave a Reply